Serata di lutto per l’Arcidiocesi di Bologna. Nella serata di oggi, sabato 28 maggio, è venuto a mancare monsignor Ernesto Vecchi, vescovo ausiliare emerito della Chiesa bolognese. Il decesso è avvenuto a causa di un malore occorso nella sua abitazione, secondo quanto comunicato dalla Diocesi.
Mons. Vecchi era atteso in cattedrale a Bologna, come ogni sera, per la preghiera del rosario davanti alla Madonna di San Luca. In cattedrale è stato dato l’annuncio all’inizio della preghiera, mentre i campanari, impegnati sul campanile di San Pietro, hanno eseguito l’annuncio funebre. I funerali saranno celebrati martedì 31 maggio alle ore 10 a Bologna, nella cattedrale. La salma verrà poi trasferita a San Matteo della Decima per la sepoltura nella chiesa parrocchiale.
Mons. Ernesto Vecchi era nato il 4 gennaio 1936 a San Matteo della Decima. Ordinato sacerdote dal cardinale Lercaro nel 1963, ne era divenuto segretario particolare, fino al 1969. Dal 1969 all’89 è stato parroco al Cuore Immacolato di Maria a Borgo Panigale. L’11 dicembre 1987 il cardinale Giacomo Biffi lo aveva nominato pro-vicario generale della Diocesi. Il 18 luglio 1998, era stato eletto vescovo titolare di Lemellefa e ausiliare dell’arcivescovo di Bologna da San Giovanni Paolo II. Aveva ricevuto l’ordinazione episcopale dal cardinale Giacomo Biffi il 13 settembre successivo. Il 28 maggio 2004 era stato nominato vicario generale dal cardinale Carlo Caffarra, incarico che aveva esercitato fino all’8 febbraio 2011, quando Benedetto XVI aveva accolto la sua rinuncia per motivi di età. Il 2 febbraio 2013 Papa Benedetto lo aveva nominato amministratore apostolico della diocesi di Terni-Nanni-Amelia, incarico che ha terminato il 21 giugno 2014.