S. E. mons. Giovanni Mosciatti 2019-07-19T16:48:18+00:00

S.E. monsignor
Giovanni Mosciatti

Biografia e contatti

Nato a Matelica, provincia di Macerata, il 23 gennaio 1958. Ha svolto gli studi superiori a Matelica e ha seguito per alcuni anni i corsi alla facoltà di agraria a Perugia, dove, come alunno dell’Almo Collegio Capranica nel 1981, ha frequentato l’Università Gregoriana, conseguendo il baccalaureato in Teologia. È stato ordinato sacerdote il 6 dicembre 1986 per la Diocesi di Fabriano – Matelica. Vicario nella parrocchia della Misericordia a Fabriano dal 1987 al 1988. Parroco nelle parrocchie associate di Melano, Cupo e  Bastia dal 1988 al 1997 e poi nella parrocchia di San Nicolò a Fabriano dal 1997 al 2003. Dal 2003 al 2012 è stato direttore dell’Ufficio di Pastorale Giovanile e Vocazionale; dal 2007 al 2012 è stato rettore del seminario vescovile di Fabriano – Matelica; dal 2009 è vicedirettore dell’Ufficio Scuola Irc e direttore della Pastorale Vocazionale.Dal 2012 è parroco della parrocchia di San Facondino in Sassoferrato.
Dal 31 maggio 2019 è nominato vescovo eletto della Diocesi di Imola, per poi fare il proprio ingresso in Diocesi il 13 luglio successivo con l’ordinazione episcopale celebrata nella cattedrale di San Cassiano.

Indirizzo: Piazza Duomo 1 – 40026 Imola (Bo)
Telefono e fax: 0542 – 24072
Indirizzo mail: vescovo@imola.chiesacattolica.it

Lo stemma del vescovo

Blasonatura: Partito semitroncato: il 1° (partito) di azzurro caricato di un braccio reliquiario di oro, gemmato alla base, con la mano di argento, posto in palo, il tutto caricato da una stella (8) di oro posta nel cantone destro del capo, il 2° (semitroncato) di argento e di rosso: il primo caricato da un corvo di nero volante (ad ali spiegate) posto in banda tenente nel becco un pane al naturale e poggiante con le zampe su di una rosa di rosso e argento bottonata di oro; il secondo di rosso alla tromba di oro posta in sbarra. Lo scudo accollato ad una croce astile di oro a 3 (tre) bracci, il tutto timbrato da un galero di verde foderato di rosso dal quale dipartono due cordelliere pure di verde terminanti con 6 nappe (1,2,3) ciascuna, anch’esse di verde.
Motto: inserito in una divisa d’argento, in caratteri latini maiuscoli: CORRIGAMUS NOS AD LAUDEM CHRISTI.