«Rendo grazie al Signore per quel poco di bene che posso avere compiuto durante gli anni della mia esistenza, come cristiano e come sacerdote». Si apre con questa frase il testamento spirituale di don Tonino Cavina, parroco di Valverde venuto a mancare nella notte all’età di 90 anni.
Una frase ripresa anche dal vescovo Mosciatti durante la messa funebre celebrata il 16 marzo alle 10.30 in cattedrale e molto partecipata, nel rispetto delle disposizioni per limitare la diffusione del contagio. Don Tonino, persona colta e sensibile, aveva reso l’oratorio San Rocco e la chiesa di San Domenico luoghi di promozione culturale per l’intera comunità cittadina imolese.
La salma, dopo la messa funebre, è stata trasportata a Riolo. Alle 15 nella chiesa prepositurale del paese natale di don Tonino è stata celebrata una seconda messa funebre. Si è proceduto quindi per il locale cimitero, come da volontà di don Tonino espressa nel suo testamento spirituale.


Di seguito le foto della funzione funebre in cattedrale. Servizio Isolapress
Sul numero del settimanale diocesano Il Nuovo Diario Messaggero in edicola da giovedì 18 marzo, il ricordo di don Tonino con messaggi e testimonianze di fedeli, amici e istituzioni