Donato, cittadino imolese, fu ordinato diacono dal vescovo di Imola Proietto, anch’egli imolese, consacrato da san Pietro Crisologo (è sepolto in cattedrale).
Ne facciamo memoria – nell’approssimarsi della ricorrenza del santo patrono della città e diocesi di Imola san Cassiano (13 agosto) – con l’immagine del particolare di un dipinto nella cattedrale imolese che lo raffigura: Angelo Gottarelli (Castel Bolognese, 1740 – Imola, 1813), “Sant’Apollinare tra san Carlo Borromeo, san Cosma, san Donato e san Terenzio”, 1791.
MV