Madre Phina Kuruvilla è stata confermata superiora generale della congregazione delle Suore Figlie di San Francesco di Sales.
Madre Phina è originaria del Kerala, stato del sud dell’India e ha 65 anni. Nel capitolo sono state elette suor Giancarla Dal Borgo, suor Marinella Gentilini, suor Mercy Chirrackal e suor Emy Formacil. Si attende prossimamente la nomina della vicaria generale.
Conseguita la laurea in lingua e letteratura inglese in India, si trasferisce per due anni in Nigeria, dedicandosi all’insegnamento. Pian piano il desiderio di dedicare la vita totalmente a Dio e al servizio dei fratelli comincia a farsi strada nel suo cuore. È determinante l’incontro con alcune suore Figlie di San Francesco di Sales. La decisione matura quando suor Phina ha l’occasione di incontrare Madre Mariarita Foli, allora superiora generale.
A 26 anni è a Roma per il corso di studi di scienze religiose alla facoltà teologica “Regina mundi”, terminato con una tesi di laurea sulla figura e la spiritualità del nostro fondatore della congregazione, il servo di Dio don Carlo Cavina.
Dopo la professione perpetua, nel 2003 torna in Italia e ricopre il ruolo di consigliera generale nel capitolo della congregazione.
Nel 2007 assume la responsabilità delle comunità dell’India come superiora regionale e di lì a poco, nel 2010, quella di superiora della provincia indiana. Il 27 luglio 2015, nel corso del XXVII Capitolo Generale diventa superiora generale, ruolo in cui è stata riconfermata. È la prima superiora generale di origine non italiana della congregazione fondata a Lugo da don Carlo Cavina, allora prevosto della Collegiata, quasi 150 anni fa (il 23 agosto 1872).
Ad oggi le case della congregazione sono 56 di cui 14 in Italia, 1 in Sudafrica, 24 in India, 4 nelle Filippine, 2 in Brasile, 4 in Inghilterra, 3 in Tanzania, 1 in Kenya, 1 in Uganda, 1 in Indonesia e 1 in Germania. La casa generalizia è a Roma.
In Diocesi di Imola la congregazione è presente con la casa madre Istituto San Giuseppe a Lugo, la casa di riposo Don Carlo Cavina, l’istituto assistenziale Maria Immacolata di Massa, la casa di Castel Bolognese e la scuola materna San Francesco di Sales di Massa Lombarda.