Il tema proposto dalla Conferenza episcopale italiana per l’Ottobre missionario 2022 è «… di me sarete testimoni». Intorno a questo tema si sviluppa il messaggio di papa Francesco del 6 gennaio scorso, che evidenzia come queste parole, tratte dall’ultimo colloquio di Gesù con gli apostoli, indichino in maniera esplicita il compito affidato alla Chiesa.

Il messaggio del papa
La Chiesa è, per sua natura, missionaria: «La Chiesa, comunità dei discepoli di Cristo, non ha altra missione se non quella di evangelizzare il mondo, rendendo testimonianza a Cristo. L’identità della Chiesa è evangelizzare».
Ogni cristiano è chiamato ad essere missionario e testimone di Cristo, ma la missione non è affidata ai singoli individui, ma alla comunità ecclesiale: «La testimonianza dei cristiani a Cristo ha un carattere soprattutto comunitario».
Ai discepoli è chiesto di «vivere» la loro missione. Nell’opera di evangelizzazione l’annuncio di Cristo non può essere disgiunto dall’esempio di vita cristiana. I cristiani non devono solo dare testimonianza, ma anche e soprattutto essere testimoni di Cristo, «offrire Cristo, in parole e azioni, annunciando a tutti la Buona Notizia della sua salvezza con gioia e franchezza, come i primi Apostoli».
Il Signore risorto invia i suoi discepoli «fino ai confini della terra»: è una immagine molto bella della Chiesa «in uscita», chiamata non a fare proselitismo, ma ad annunciare, guidata dallo Spirito Santo e dalla Provvidenza divina, con la predicazione e con l’esempio il vangelo, l’amore di Dio e la salvezza. La Chiesa «in uscita» offrirà la testimonianza di Cristo non solo ai popoli che, nonostante il progresso e la diffusione dei nuovi mezzi di comunicazione, ancora non hanno ricevuto l’annuncio dell’amore di Dio , ma dovrà andare «verso i nuovi orizzonti geografici, sociali, esistenziali, verso i luoghi e le situazioni umane ‘di confine’» per raggiungere tutti gli uomini e le donne di ogni popolo, cultura, stato sociale.

Gli appuntamenti in Diocesi
Quest’anno nella nostra Diocesi l’Ottobre missionario vedrà anche la chiusura della Porta Santa, a conclusione dei festeggiamenti per i 750 anni della dedicazione della cattedrale di San Cassiano.
Sono previste diverse iniziative per celebrare sia la Giornata missionaria che la chiusura del Giubileo, tutte in cattedrale:
· sabato 22 ottobre, alle ore 20, sarà celebrata una santa messa presieduta dal cardinale Matteo Zuppi;
· domenica 23 ottobre, alle ore 17, si svolgerà la veglia missionaria (organizzata dal Centro missionario e dai frati cappuccini); a seguire, alle ore 18, la chiusura della Porta Santa e la celebrazione della santa messa solenne presieduta dal vescovo Giovanni Mosciatti.
· lunedì 24 ottobre, ore 20.30 il vescovo Mosciatti terrà una lectio divina sul brano di vangelo di Marta e Maria, testo indicato dai vescovi italiani come riferimento per il secondo anno di cammino sinodale.
Nella veglia è prevista una testimonianza di suor Daniela Bonello delle Ancelle del Sacro Cuore di Gesù agonizzante, dal 1985 missionaria in Brasile e direttrice della scuola professionale Don Leo Commissari a São Bernardo do Campo.

Centro missionario diocesano