Le pietre della fede è un viaggio, che ci accompagnerà ogni venerdì, tra i più o meno conosciuti edifici sacri in diocesi di Imola. Un modo per far conoscere e valorizzare chiese e santuari del nostro territorio, mettendone in luce storia e architettura.


La chiesa dedicata a San Pietro Apostolo, la cui esistenza è attestata a partire dal XII, è collocata nella frazione Ghiandolino, situata a 4,5 km a sud di Imola e posta su di un poggio alto 208 metri. Il tempio presenta una struttura in mattoni, con l’ingresso a ponente e un’unica aula con soffitto adornato da pitture su intonaco, opera di Giovanni Battista Baldi, ha un interno, le cui pareti sono imbiancate di un colore tenue, scandito da colonne con capitelli di ordine dorico che sorreggono un’arcata attraverso cui si accede al presbiterio. Quest’ultimo è rialzato di un gradino rispetto al piano dei fedeli ed è dotato di un altare marmoreo di produzione locale dietro cui si erge il tabernacolo anch’esso in marmo. L’abside di forma semicircolare e sormontata da una cupola, è contraddistinta da un Crocifisso in legno dipinto e dorato, circondato dalla Madonna, San Giovanni e Santa Maria Maddalena con vari piccoli cherubini e affiancato da due dipinti raffiguranti Sant’Antonio Abate e San Rocco. All’altare del Rosario vi è un’ancona in legno con cornice dorata e laccata in turchino che circonda l’immagine della Beata Vergine con san Domenico e i quindici misteri del Rosario. Degni di menzione sono anche i due affreschi risalenti alla metà del XV secolo di scuola romagnola, che ritraggono il santo titolare della chiesa e la Madonna con Bambino e le due statue di cartapesta dipinta di Sant’Antonio Abate e della Madonna di Lourdes collocate ai due lati dell’arco attraverso cui si accede al presbiterio. (foto di Giacomo Casadio)


 

 

Questa rubrica è tratta dall’omonimo libro “Le pietre della fede”